Ovvero come ti ribalto la campagna pubblicitaria.

Smart have the brain, stupid have the balls. Ve la ricordate la campagna Be Stupid della Diesel? Un paio di mesi fa le città italiane ed europee erano tappezzate di manifesti che esaltavano la stupidità come alto valore umano. A sentir loro, se non eri stupido eri un fallito, e quindi solo gli stupidi (ossia le persone di successo) potevano e dovevano indossare Diesel.

Dal 10 maggio invece c’è qualcuno che, con disinvolta ironia, si prende la rivincita sulla campagna di Renzo Rosso, patron della Diesel. Piazza Italia, azienda italiana nata in Campania e cresciuta a livello nazionale e internazionale, scende in campo su stampa e affissioni con una divertente trovata pubblicitaria, firmata Diaframma Adv che ammicca con ironia e realismo alle tasche degli italiani.

‘Non farti prendere in giro. Dai il giusto valore alle cose. Be intelligent. Jeans 15,99’.

Come non provare simpatia immediata per questa giovane azienda che con un messaggio chiaro e inequivocabile riscatta quei tanti infastiditi dalla campagna (ideata dal Diesel Creative Team con il supporto dell’angloamericana Anomaly e pianificata in italia da Omd) di Rosso, tanto provocatoria quanto fine a se stessa?

Prevedere o scommettere che a fine anno Piazza Italia, quanto a vendite, batterà Diesel, è impresa difficile e rischiosa. Ma lancio ugualmente la provocazione, che a tempo debito mi impegno a verificare. Chi vincerà? La moda o il portafogli?

Se non altro da oggi potrò onorare la promessa – fatta con me stessa – che non acquisterò MAI un paio di jeans Diesel. Tanto più che mi sentirei davvero STUPIDA a spendere 350 euro per un paio di pantaloni.