Oggi il Corriere della Sera pubblica una clamorosa notizia: è partita in Tirolo la caccia a un tesoro di 5 milioni di euro, che otto anni fa un consulente finanziario, scappato con il bottino ricavato dai risparmi dei clienti della sua banca, pare abbia seppellito in uno sperduto boschetto ‘nel sottobosco di Ebbs’, ai confini della Germania.

La vicenda, senza dubbio intrigante e avvincente, si popola di investigatori privati, giudici, mafiosi italiani, creditori… e da oggi turisti: tutti alle calcagna del rapinatore, e soprattutto alla scoperta del malloppo: al vincitore infatti spetteranno ben 660 mila euro: un’inezia rispetto alla cifra totale, ma degna del più grosso montepremi del superenalotto.

Della questione, che risale al 2002, se ne era occupato un detective privato, che di recente è tornato alla ribalta lanciando l’ipotesi del tesoro nascosto. Supposizione del tutto priva di fondamento e di indizi concreti, come precisa la polizia austriaca anche dalle colonne della ORF, la radiotelevisione austriaca. Cauto anche l’Ente Nazionale Austriaco per il Turismo, che abbiamo contattato, che parla di ‘presunto tesoro’.

I primi ‘cercatori d’oro’ però non tardano ad arrivare, come sottolinea il Corriere: cittadini austriaci, stazioni tv e reporter, turisti dell’ultim’ora sono già sul posto e gli albergatori e i commercianti si attrezzano, proponendo pacchetti soggiorno ad-hoc ed esponendo fuori dai negozi badili e pale super scontate.

E se fosse marketing? L’ennesima invenzione per la promozione turistica del comprensorio austriaco? Oggi i comunicatori sono sempre alla ricerca di nuovi trucchi per promuovere un prodotto, distinguendosi dal ‘rumore’ provocato dalla miriade di messaggi promozionali da cui veniamo investìti ogni giorno. Anche il governatore della regione di Kufstein, Karin Scholz, si è detta “contenta che questa notizia possa portare turismo in questo luogo di vacanza”. La vicenda è così intrigante e romanzesca che non stupirebbe fosse una trovata pubblicitaria. In ogni caso che dire, complimenti a chi ha orchestrato la notiza: a tutti gli esploratori in avanscoperta auguriamo buona fortuna, buon divertimento e buone vacanze.