Il blog di Viola Venturelli

Racconto storie. Parlo di Startup e Lavoro. Giornalismo e Marketing. Cibo e ambiente.E di ciò che mi passa per la testa.

H-Farm cerca startup da incubare e finanziare: le vostre idee fino al 30 aprile

la-sede-di-h-farm-a-ca-tron-incubatore-e-venture-capitalist-per-startup

È una call for ideas in piena regola quella che lancia H-Farm, Venture Incubator tutto italiano che cerca sino al 30 aprile 2012 idee di business innovative su cui investire, preferibilmente in queste aree tematiche:

brick&mortar, nuovi modelli esperienziali di shopping offline (tra Internet of Things, NFC, realtà aumentata e molto altro);
Healthcare, prodotti e servizi che coprano nicchie inesplorate nell’area che sta tra i media digitali di largo consumo e il mondo del benessere/salute;
Turismo – basta l’ultima frase della presentazione per far capire cosa cerca il venture incubator guidato da Riccardo Donadon: “Se ti diamo 45 milioni di euro sei capace di far meglio di così?” (sullo sfondo l’imbarazzante sito ‘Italia’ nato per promuovere il turismo nel nostro Paese, sul quale sono state investite somme simili);
Finanza: nuove applicazioni per la gestione dei propri soldi, tracciabilità delle finanze, processi ripetibili in scala… solo per i più temerari;
E-commerce: c’è ancora spazio per tutti, soprattutto per modelli verticali e geolocalizzati.

Dietro a questo coraggioso progetto c’è H-Farm, nata dall’idea di un pool di imprenditori guidati da Riccardo Donadon, otto anni in Benetton, fondatore di E-Tree, società da 26 mld di lire rivenduta tre anni dopo, per arrivare a H-Farm: un polo tecnologico di servizi legati ad internet e un incubatore per startup che ribollono a Ca’Tron, dentro tre casali di campagna di fronte alla laguna di Venezia.

H-Farm si propone al mercato con il doppio ruolo di incubatore e investitore: da un lato fornisce alla startup il capitale necessario al suo avvio (seed capital), dall’altro affianca il team (quante volte vi siete sentiti scoraggiati perché eravate soli e c’erano un milione di cose da portare avanti?) con un approccio imprenditoriale, attraverso la fornitura di un range di servizi amministrativi, finanziari e commerciali. L’anima venture capital è tesa alla massimizzazione del valore del portafoglio; l’anima incubatore segue e accelera lo sviluppo dell’iniziativa, remunerata dai canoni mensili percepiti per i servizi alle startup.

La Spring Call 2012 cerca idee da sviluppare in quei settori considerati i più promettenti per le economie del domani. La sfida è inventarsi nuovi modelli di business e di processo che sviluppino e rinnovino ulteriormente i servizi presenti sul mercato o che applichino modelli già esistenti a nicchie inesplorate. O crearne di nuove. Per semplificare la nostra vita utilizzando tutta la tecnologia disponibile. Anche in questo caso non ci sono limiti di età.

Le aree individuate non sono vincolanti: l’azienda si rende infatti disponibile a valutare qualsiasi tipo di progetto imprenditoriale purchè in linea con i propri focus di investimento: Internet e New Media, Early stage ventures (investimento in startup che hanno una struttura organizzativa basilare e non traggono ancora profitti dalla propria attività), seed funding (finanziamento della primissima fase di startup, dove il potenziale imprenditore ha un’idea di business ma deve ancora studiarne la fattibilità e realizzare il progetto) sino a € 300K.

Per presentare la proposta dovrete seguire una scaletta precisa dove quantificare la richiesta di fondi, le vostre nicchie di mercato, i risultati sinora raggiunti e altro; le idee verranno valutate e nel giro di 15 giorni verrete richiamati per presentarle agli investitori durante un pitch (una sorta di ‘ribalta’ dove palco e platea saranno per voi) della durata di sei minuti. I più promettenti entreranno nella farm.

Il seed program prevede sia un finanziamento di 30mila € sia attività di mentorship: per tre mesi il team di H-Farm affiancherà lo startupper per sviluppare il prodotto e il business plan presso il quartier generale di Cà Tron. Durante il seed program l’imprenditore potrà beneficiare di tutti i servizi di incubazione presenti in sede e costruirsi un’ampia rete di contatti tra clienti, partner e investitori appartenenti al mondo dell’imprenditoria. Al termine del programma, H-Farm valuterà un secondo (e più consistente) round di finanziamenti.

Che ci fate ancora sul blog!?
www.h-farmventures.com
Per partecipare http://www.h-farmventures.com/it/seed-area
www.stormingpizza.it una pizza e un pubblico di imprenditori e venture capitalist per ascoltare la vostra idea, ogni 15 giorni

Una bellissima galleria di immagini della H-Farm:

Informazioni su violaventurelli

Giornalista professionista e pr, si occupa di media, attualità, politica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: