Il blog di Viola Venturelli

Racconto storie. Parlo di Startup e Lavoro. Giornalismo e Marketing. Cibo e ambiente.E di ciò che mi passa per la testa.

Prada Galleria, quando la moda si loda e si imbroda

Venerdì apro il giornale e trovo una bella lenzuolata pubblicitaria di Prada che recita così: “Prada è una realtà internazionale ma è a Milano che ha le sue radici, e più precisamente nella Galleria Vittorio Emanuele II, dove Mario Prada ha aperto il suo primo negozio nel 1913. Per celebrare il centenario e il ruolo che Milano occupa nell’immaginario collettivo dell’azienda, Prada nel luogo delle sue origini, amplia la presenza nella sede d’elezione. Il nuovo “Prada Galleria” avrà una dimensione articolata e nuovi spazi di vendita, la Fondazione Prada, aree per eventi e la sede del gruppo Prada, apportando rinnovata energia al centro storico di Milano e concorrendo a rivitalizzare uno dei luoghi più straordinari del panorama cittadino”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ho tre obiezioni: primo, vorrei sapere chi è quel copy che ha avuto il coraggio di scrivere una dichiarazione così sgrammaticata, con le virgole fuori posto e con una struttura del periodo così poco lineare.

Secondo, ed è il motivo principale per cui scrivo, vorrei sapere se impossessandosi di ben quattro piani della Galleria Vittorio Emanuele II (quasi 5000 mq, in parte al posto del McDonald’s) Prada ha finalmente cominciato a pagare un affitto degno di questo nome, anzi pure un po’ più alto considerata la posizione privilegiata, esclusiva e “straordinaria” che quel luogo offre loro, e non quegli affitti ridicoli, fermi ancora a inizio ‘900, che vedevano marchi come il suo occupare suolo pubblico con affitti-nocciolina.

Spero davvero che il comune di Milano abbia fatto un atto di rispetto nei confronti di tutti quei cittadini e abitanti che, pur non vivendo in Galleria, pagano fior fior di affitti senza avere la possibilità di sbandierarlo su due pagine del Corriere.

Terzo, mi chiedo quale ruolo sociale possano avere i signori di Prada e su quale pulpito abbiano deciso di salire quando si autoproclamano “rivitalizzatori” della città di Milano. Chi si loda si imbroda.

Ps. A chi è intestato l’affitto?

Informazioni su violaventurelli

Giornalista professionista e pr, si occupa di media, attualità, politica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: